Category Archives: CINEMA

“Renato Raimo: Luci sulla Scena Europea”

Tanti impegni vedono come protagonista Renato Raimo, apparso di recente nell’ottava stagione de Il
Paradiso delle Signore, la fiction daily di Rai1 di grande successo, per dare il volto al Commissario Maresca.
Prossimamente, l’attore darà infatti il via al tour europeo de L’Altro Giacomo, che partirà dal Teatro
Nazionale di Montenegro. Un traguardo che arriva dopo due anni di rappresentazioni, partite nel 67esimo
Festival di Puccini, capaci di mescolare musica, narrazione e ironia per parlare al pubblico di un personaggio
irrequieto e ricchissimo di sfaccettature, ossia Giacomo Puccini, senza mettere da parte la sua intimità di
marito e amante.
“L’idea iniziale, quella che ha convinto da subito il mondo pucciniano e poi il testo, scritto a quattro mani


con Kris. B. Writer, offre un ritratto inedito e per certi versi inatteso. La bellezza sta nel fatto che,

scoprendo


l’uomo, se ne comprende ancor di più la grande produzione musicale. Il Giacomo intimo si rivela e noi lo


raccontiamo senza giudizio e pregiudizi, rendendo omaggio a tutto quello che ci ha regalato e continua a


regalare”
ha dichiarato, infatti, Raimo sulle pagine del Tirreno in merito allo spettacolo, che vede alla direzione


musicale il maestro Carlo Bernini. Insieme a Renato, ci sono in scena Chiara Maria Battaglia nel ruolo di


Elvira, moglie di Giacomo, il soprano Rachel Stellacci e il tenore Vladimir Reutov. Tutti accompagnati dallo


stesso Carlo Bernini e Massimo Salotti al pianoforte. Prodotto dall’Associazione Culturale Green_Theatre e


dalla Fondazione Festival Pucciniano, che ha ottenuto il sostegno presso l’Unesco dal Comitato per le


Celebrazioni Pucciniane, L’Altro Giacomo si prepara quindi a toccare diverse città europee con il fine di


rappresentare “un uomo, in tutto e per tutto. Senza cravatta e senza cappello, con il suo sigaro acceso,


impegnato in confidenze e confessioni”. Un uomo, Giacomo Puccini, dominato dalle passioni, nascoste


all’interno di un genio indiscusso, che ha scritto la storia delle composizioni italiane.

La Notte degli Oscar 2024, prevista per il prossimo 10 marzo 2024, ha tra i suoi protagonisti anche l’attore e doppiatore Roberto Chevalier.

La Notte degli Oscar 2024, prevista per il prossimo 10 marzo 2024, ha tra i suoi protagonisti anche l’attore e doppiatore Roberto Chevalier. E’ lui che ha curato, infatti, i dialoghi italiani e la direzione del doppiaggio di The Society of The Snow, film candidato agli Oscar, diretto da   Juan Antonio Bayona e remake spagnolo di Alive – Sopravvissuti in cui 30 anni fa lo stesso Chevalier aveva doppiato il protagonista . Per settimane, La Società della Neve – il titolo italiano della produzione – è stato al vertice delle visualizzazioni su Netflix ed è stato d’ispirazione per la creazione di un documentario per approfondire meglio la vicenda. 

Il documentario andrà in onda su Discovery prima degli Oscar ed eventualmente poi replicato , con le testimonianze di alcuni reali sopravvissuti alla tragedia coi loro drammatici ricordi .  

Inoltre, Roberto Chevalier ha prestato la sua voce a David Bowie in Moonage Daydream , film che vede

alla regia Brett Morgen e che presto sarà disponibile nelle importanti piattaforme in Italia con il doppiaggio italiano. Attualmente, infatti, è disponibile soltanto una versione sottotitolata del film, con le voci originali dei protagonisti della pellicola. Un impegno di cui Chevalier è molto orgoglioso, da anni voce di Tom Cruise, il quale è’ritornato in auge dopo il successo di Top Gun: Maverick e a seguire il  capitolo 7  della saga  Mission Impossibile , alla cui presentazione italiana , Chevalier ha riabbracciato la star statunitense dopo anni perché già si conoscevano . 

<<in Moonage  Daydream, ho doppiato David Bowie. Ma non so dirvi su quale piattaforma (tutte a

pagamento) potete trovare la versione italiana. Attenzione: molte piattaforme scrivono “versione italiana

“, ma sono solo i sottotitoli in italiano>> ci tiene a precisare Chevalier , che  si conferma quindi una

certezza di progetti importanti e prestigiosi che, oltre a sbancare il botteghino, concorrono per traguardi

importanti, come nel caso del possibile Oscar di The Society of The Snow. 

Roberto Chevalier è un artista inconfondibile nel panorama dello spettacolo italiano, di cui si parlerà

ancora nei prossimi mesi, dato che sono in arrivo altri progetti importanti e degni di nota che lasceranno

sicuramente il segno.

RAFFAELLA DI CAPRIO A LECCE PER L’ANTEPRIMA NAZIONALE DI “FLOWER” IL NUOVO FILM DI GINO BROTTO

LA PROIEZIONE AL CINEMA MASSIMO MERCOLEDÌ 27 MARZO

LECCE – Sarà Mercoledì 27 Marzo, alle ore 20.00, presso il Cinema Massimo l’Anteprima Nazionale del film di Gino Brotto “Flower”, con protagonista l’attrice Raffaella DiCaprio. Insieme a lei nel cast Carla GuidoLuca Trevisi (Fiore adulto), Giulia SecliAngelo Brotto (Fiore ragazzino), Anna Laura RubertoMiriana GiustolisiMauro Martina.

Alla proiezione, che sarà preceduta dalla presentazione del film a cura del giornalista Marco Renna, saranno presenti oltre al regista l’attrice Raffaella DiCaprio e tutto il Cast artistico del film. Il soggetto e la regia sono di Gino Brotto, le musiche originali di Riccardo Notarpietro. Direzione artistica di Rita Marra e scenografie di Walter Taurino. Prodotto da Vito D’Agostino Produzioni & Maria Antonietta Vacca, con la produzione esecutiva di Breight Film, “Flower” è stato girato interamente nel Salento. Media partner Ditutto.

Sinossi: Una storia singolare, che vede protagonista Fiore, figlio di una famiglia benestante, in un piccolo borgo del sud Italia. Ambientata nel secolo scorso, ma con un tema sempre attuale. La mamma di Fiore, aveva due sorelle che a loro volta avevano messo al mondo due figlie. Si attendeva quindi una femminuccia. Avevano già scelto il nome: Dalia. Nacque invece un bel maschietto.

Lo chiamarono Fiore, anche per via della loro passione per i fiori. A differenza degli altri, non passava il pomeriggio per strada a giocare a pallone. Le uniche sue uscite da casa, erano quelle per acquistare il pane, la frutta o il giornale per il papà. Un giorno, in piazza, vide una lunga fila di ragazzine davanti ad un banchetto. Erano lì per iscriversi al saggio di danza, organizzato dal Sindaco, in occasione della festa patronale. Tra le tante, Fiore, fu folgorato dalla bellezza di Sophie. Quel giorno nacque il suo primo amore, insieme ad una serie di eventi che segnarono la sua vita.

Nuovi progetti per l’attrice Cinzia Clemente

La brava e carismatica Cinzia Clemente continua a raccogliere successi dopo la partecipazione a “Il Metodo Fenoglio” su RAI1, appena andata in onda , e al cinema con “Gli Altri” di Daniele Salvo , senza dimenticare il ruolo di una delle amiche di Imma Tataranni , una delle serie di punta di Rai 1 . E prossimamente sarà in una nuova importante serie RAI e anche su Amazon Prime, due progetti ancora top secret . Progetti che la vedranno impegnata in promozione nei prossimi mesi. E nell’immediato Cinzia Clemente sara ‘ a Sanremo come corrispondente di una emittente radio, così torna ad uno dei primi amori, perché’ la ricordiamo ai microfoni di Radio Kiss Kiss Italia e come direzione artistica di Radio Punto Zero, anni fa e che ha segnato il passo per degli importanti cambiamenti nel panorama radiofonico campano dell’epoca.
E’ importante ricordare la competenza anche nel settore casting, che proprio pochi giorni fa si è

concretizzata nel film internazionale “The Book of Clarence” in cui è stata assistente extras coordinator per la Legendary/Eagle Picture/LSPG. Il 2024 riparte alla grande per la nostra artista Cinzia Clemente.

50 anni di carriera e tanti progetti per Patrizia Pozzi

50 anni di carriera e tanti progetti per Patrizia Pozzi

Traguardo importantissimo da festeggiare per Patrizia Pozzi: oltre ad avere raggiunto in cinquant’anni di carriera, grazie all’impegno in teatro cominciato nel 1972, l’attrice Patrizia Pozzi è tornata di recente a far parte del cast di Un Posto al Sole, dove interpreta la caposala Iolanda. Un ruolo portato in scena dall’attrice da oltre vent’anni, motivo per il quale è entrato nel cuore dei telespettatori, che si sono detti felici all’idea di rivederla nelle vicende ambientate a Palazzo Palladini e dintorni.

Ad ogni modo, il ritorno nella soap è soltanto l’ultimo dei tanti lavori che hanno visto e vedono ancora impegnata Patrizia Pozzi in quest’ultimo periodo: lo scorso novembre, l’attrice è stata nel cast di “Ferdinando” di Annibale Ruccello spettacolo diretto da Guglielmo Marino che aveva tra gli interpreti anche Roberta Amoroso, Massimo Ardito e Antonello Gargiulo. Il prossimo 23 marzo sarà impegnata

nello spettacolo “E ti cambia la vita” scritto e diretto da Antonio Nardiello con la compagnia stabile del

Teatro Gelsomino di Afragola/NA. Inoltre, negli scorsi anni è stata tra gli interpreti di diversi film di

successo: da 7 ore per farti innamorare, diretto da Giampaolo Morelli, a In Fila Per Due, passando per i

recenti Dobbiamo Stare Vicini e La Casa di Ninetta, opera di Lina Sastri dove ha prestato il suo volto al

personaggio di Nonna Emilia.

Raffaella Di Caprio, la bellissima attrice della fiction conquista il cinema e non solo

Eletta più volte la più bella attrice italiana, Raffaella Di Caprio vive un momento d’oro. Dopo aver ottenuto

qualche anno fa un enorme successo personale nel suo ruolo da protagonista nella fiction “Furore 2” 8

puntate da star assoluta su Canale 5,Raffaella è stata fortemente voluta da Chiambretti nei suoi show televisivi e da Pingitore a teatro al “Bagaglino” per “Femmina” spettacolo teatrale di grande successo. Da allora partecipazioni importanti a video musicali di grandi cantanti, campagne pubblicitarie prestigiose e finalmente tanto cinema. È infatti in uscita tra l’altro “Le mie ragazze di carte” di Luca Lucini dove ,a fianco di Maya Sansa e Neri Marcore’, la bellissima Raffaella interpreta il ruolo iconico di una pornodiva di

successo di fine anni settanta ,Milly D’Italia molto somigliante alla super diva Moana Pozzi. Incredibile ma

vero la lanciatissima Raffaella Di Caprio è in lizza per un film proprio su Moana. I cineasti italiani si sono

accorti dell’enorme sex appeal dell’attrice che però sogna un percorso “perbene” alla Virna Lisi, che,

quando è bionda, Raffaella ricorda moltissimo.

Momento da incorniciare per Gianni Franco, volto popolare del cinema e della televisione

Momento da incorniciare per Gianni Franco, volto popolare del cinema e

della televisione nostrana. Dopo le esperienze in I Ragazzi della 3°C,  Un

Posto al Sole, R.I.S. – Delitti Imperfetti, Squadra Antimafia, passando per i

successi al botteghino de Il Commissario Lo Gatto, Le Comiche, Fantozzi, Ci

hai rotto papà e del più recente Io Sono Babbo Natale, l’attore presenterà

tantissimi progetti nei prossimi mesi, alcuni dei quali lo vedranno ritornare

molto presto sul set.


Franco fa parte, infatti, del cast di The Christmas Show, film nelle sale da novembre diretto da Alberto Ferrari, dove ha recitato al fianco di un cast stellare formato da Raoul Bova, Serena Autieri, Tullio Solenghi, Francesco Pannofino e Ornella Muti. E’ inoltre uno dei volti de La Pietra della Veggenza, la serie thriller gotica ideata da Tony Paganelli, attualmente in lavorazione, ma sarà anche il filosofo Platone nel film Il Viaggio Leggendario.
Un altro impegno prestigioso è, infine, quello al fianco di Carlo Verdone, dato che Franco interpreterà un ex compagno di scuola dell’uomo, nel frattempo diventato preside, nella seconda stagione di Vita da Carlo, la serie di grande successo prodotta e distribuita, nella sua prima annata, da Amazon Prime Video. I nuovi episodi, le cui riprese cominceranno per Gianni a dicembre, debutteranno invece nel nuovo anno  su Paramount+.

Direttamente sul Red Carpet del Festival di Venezia l’ 08 Settembre il Cast di “Hoganbiiki, il valore della sconfitta”

Direttamente sul Red Carpet del Festival di Venezia l’ 08 Settembre il Cast di “Hoganbiiki, il valore della sconfitta”, film scritto e diretto da Enzo Dino prodotto da D.R. Movie di Elena Rotari. Interpretato da Manuela Arcuri, Eva Moore, Elena Rotari, Penelope Frego, Benedetta De Beni e dallo stesso regista. All’interno della pellicola l’intervento anche di Luca Rigoldi, campione Europeo di Pugilato. Le musiche sono firmate da Alberto Masoni e la fotografia è curata da Davide Marcone. “Hoganbiiki, il valore della sconfitta”, girato sul Lago di Garda (Veneto) . Due saranno gli appuntamenti fulcro, l’ 08 settembre ore 12:00 Conferenza Stampa al Salotto delle Celebrità con tutto il Cast del Film. A seguire un Red Carpet targato «Hoganbiiki» alle 16:00. Il film segue la storia della protagonista; la prof.ssa Stefania Trezzi la quale dopo essere stata licenziata, si trova a dover affrontare il trasferimento in quella che è una classe di recupero formata da ragazzi abbandonati a loro stessi e che vivono un proprio disagio interiore. Tra i vari personaggi gli intrecci che ruotano intorno ad Elena, Alice e il Prof. Bonade il qualenelcorso della storia soggiogheràdai suoimodidifarela studentessa Elena, la quale era prima fidanzata con Alice. Grazie alla Prof.ssa Trezzi le varie vicende andranno a sfociare in un finale dolce-amaro in cui il film, attraverso quello che è lo sport della pallavolo, vuole trasmettere ai giovani che si può essere considerati dei VINCENTI, anche dopo mille sconfitte, purché si abbia lottato, faticato e lavorato sodo fino alle fine della PROVA.

Hedy Krissane nel cast della serie di Sky Atlantic ” Blocco 181″

A Blocco 181, la serie di Sky Atlantic ideata da Salmo, l’attore Hedy Krissane interpreta Akim, il
proprietario di una pizzeria al centro di un traffico di stupefacenti a Milano. Un lavoro, durato alcuni
mesi, di cui è stato felice di far parte.
“Blocco 181 è una serie molto carina, con un ottimo cast, che è composto da ragazzi molto giovani e volti
interessanti. Nella prima stagione, nella Milano multietnica che raccontiamo, a fare da padroni sono i
sudamericani. Le varie etnie raccontano la periferia milanese. E’ una produzione che entra nel cuore di
Milano, perché usa la parte ricca della città per gli affari di quartiere; questo gioco tra le classi è molto
interessante”.
Inoltre, in Tunisia, la sua terra natale, è stato tra i protagonisti di Harga, serie di successo pluri-premiata
dove ha interpretato un uomo, residente a Palermo, capace di sfruttare gli immigrati, appena arrivati in
Italia, per il suo tornaconto personale.
“Harga è richiesta da molte televisioni estere. Parla di immigrazione, di clandestinità ed è molto
interessante. E’ composta da 20 puntate, che analizzano cosa comporta il viaggiare clandestinamente. In
Tunisia, quasi tutti i ragazzi sognano di immigrare e, non avendo il visto, prendono il barcone e partono.
Questa è una piaga della società tunisina, ma anche un problema per la società italiana, visto che poi si
trova a fare i conti sia con gli arrivi clandestini, sia con chi non ce la fa ad arrivare. Inoltre, Harga parla
anche dell’arrivo del clandestino, ossia non più del viaggio ma della permanenza in una città nuova,
considerata dalla Tunisia il paradiso terrestre, quando invece ciò che succede dopo è altrettanto difficile. La
serie è ambientata a Palermo, ma rappresenta un po’ l’Italia e tutta l’Europa. Dà modo di vedere che la vita
non è così facile perché anche l’Italia e l’Europa hanno i loro problemi”.
Oltre ad interpretare un capitano nord-africano dell’esercito romano nella seconda stagione di Barbari, la
popolare serie Netflix, Krissane sarà anche tra i protagonisti di due film destinati al cinema.
“Prossimamente uscirà Peripheric Love, un film svizzero che ho girato diretto da Luc Walpoth, ma di recente
è andato nelle sale cinematografiche Il Legionario, con la regia di Hleb Papou. E’ molto carino e multietnico,
girato a Roma durante la pandemia. E’ incentrato su un ragazzo nero, italiano di nuova generazione, che
cerca di farsi il suo spazio nella polizia, con tutte le difficoltà del caso. Il protagonista deve quindi fare i conti
con la realtà, visto che sua madre è un’immigrata, che vive nelle case popolari. Le stesse che, di lì a poco,
dovranno essere sgomberate. Questo provocherà in lui una grande sofferenza, dato che è nato lì. Per
quanto riguarda me, sono uno dei condomini del posto. E lotto, esattamente come gli altri, per resistere allo
sgombro”.

Daniela Fazzolari, protagonista di “Soldato Sotto La Luna” film di Massimo Paolucci

Daniela Fazzolari protagonista de thriller storico- psicologico ” Soldato Sotto La Luna” di Massimo Paolucci

Daniela Fazzolari, nota al pubblico per essere stata Anita Ferri e Diana Cancellieri nelle soap CentoVetrine
passando per le esperienze in Don Matteo, Un Passo Dal Cielo e tre film diretti da Dario Argento, sarà nel
cast di Soldato Sotto La Luna, il nuovo thriller storico-psicologico diretto da Massimo Paolucci, già alla
guida di Medium e Una Preghiera Per Giuda, in uscita nelle sale nei prossimi mesi. Un lavoro di cui la
Fazzolari è profondamente orgogliosa.
“Soldato Sotto La Luna è un film difficile, che abbiamo girato sicuramente in poco tempo, rispetto magari a
quanto un lavoro del genere avrebbe davvero richiesto. Contiene al suo interno non soltanto la passione che
contraddistingue chi fa il nostro lavoro, ma lo spirito di abnegazione e di sacrificio che ha portato, secondo il
mio modesto parere, a dei risultati oltre ogni aspettativa”.
E’ la prima volta che Daniela Fazzolari viene diretta da Massimo Paolucci, anche se gli era capitato di
sentirlo telefonicamente in precedenza per via di una sua collaborazione con un amico discografico con
cui l’uomo doveva fare un lavoro. L’incontro con Paolucci, avvenuto dopo qualche anno mentre si
trovava con un regista amico, le ha dunque aperto le porte per fare parte degli attori di Soldato sotto la
luna.
“Quando Massimo mi ha telefonato per comunicarmi che voleva scommettere su di me per Soldato Sotto La
Luna, gli sono stata davvero grata per aver pensato a me per affidarmi questo importantissimo e
difficilissimo ruolo. Ha avuto un bel coraggio, accompagnato dall’esperienza che ha nel sapere le cose. Ho
toccato con mano la sua contentezza. E questo mi ha riempito d’orgoglio”.
Clara, il personaggio che interpreta nel film, è stato a suo dire il personaggio più complesso che ha
interpretato fino ad oggi. Ricopre un arco narrativo molto ampio, all’interno di una sorta di circolo
dantesco che, oltre ad attraversare i giorni nostri, ritorna indietro al tempo della guerra e del nazismo.
Un lavoro che tocca più giovani e che comprende anche vari divi internazionali, come Abel Ferrara,
Tomas Arana, Daniel McVicar.
“Soldato sotto la luna è un esperimento che, a sensazione, sembra essere ben riuscito. Siamo tutti ben felici
di questo lavoro. Per me, dal punto di vista professionale, è stata davvero emozionante collaborare con chi
fa questo mestiere da molto più tempo di me e conosce bene le dinamiche, anche internazionalmente
parlando”.